NORMATIVA GDPR

Ogni installazione di telecamere di videosorveglianza che avvenga in luoghi, aperti o chiusi, frequentati dal pubblico – quali strade, piazze, negozi, centri commerciali, uffici, aziende – è disciplinata da regolamenti e provvedimenti ai quali è bene attenersi se non si vuole ledere il diritto alla privacy dei cittadini e incorrere in sanzioni penali.

Affidati a noi e sapremo consigliarti al meglio nel rispetto delle normative vigenti.

Videosorveglianza privata

Secondo un recente parere dell’Autorità Garante della Privacy, non sono necessarie particolari autorizzazioni per installare un impianto di videosorveglianza se la propria intenzione è quella di utilizzare una o più telecamere sul proprio pianerottolo o area esterna.

Videosorveglianza sui luoghi di lavoro

La normativa vigente inerente agli impianti di videosorveglianza mette insieme le necessità del datore di lavoro del controllo a distanza e il diritto alla salvaguardia dei dati personali del dipendente. Già nel 1970 con l’art. 4 della legge 300 – il cosiddetto Statuto dei Lavoratori – e, più recentemente, con il D.Lgs. n. 196 del 2003, si è cercato di individuare un punto di equilibrio tra le comprensibili esigenze di sicurezza, prevenzione e repressione dei reati e il diritto alla riservatezza delle persone. In nessun caso, infatti, la norma prevede che il datore di lavoro possa utilizzare le telecamere di sorveglianza per controllare l’attività lavorativa e valutare la produttività dei propri dipendenti né tantomeno sfruttarle per giustificare eventuali provvedimenti disciplinari.

contattaci
+ 39 0381 311178
informazioni@lasonar.it
}

Lun - Ven: 08:00 - 12:00 : 14:00 - 19:00
Sab. 08:00 - 14:00